giovedì 29 dicembre 2011

Ascolti: Immanu El - In Passage


Gli Immanuel El provengono dalla Svezia.
Sono al terzo lavoro.
Nomi di riferimento: Sigur Ros, Mogwai, Explosion In the Sky.
Insomma: post-rock.
Un album di cui si è parlato poco quest'anno ma chi ne ha parlato ne ha parlato benissimo: non vi è infatti hype su questo gruppo ma come spesso capita in questi casi c'è tutto il merito in chi li ha promossi.
 8 brani per quarantasette minuti di ottima musica: come sempre in questi tipo di proposta è difficile descrivere.
Partendo dal titolo, è un viaggio musicale, a ritmo più o meno sostenuto e senza troppi climax (sorpresa) ma una costante velocità media di una voce (che in parte ricorda Jonsi ma senza giocare con la voce, insomma qui si canta) e tre strumenti fondamentali: pianoforte, chitarra e batteria.
Tappeti sonori che si incrociano quasi sempre in maniera perfetta.
Basti l'iniziale Skagerak, con il suo liberarsi quasi pop sul finale a lasciare un'idea che mi permetto di riprendere da un'altra recensione perchè azzeccatissima: c'è la melodia, il ritmo e il pop a sublimare questa proposta post rock: In Passage è un disco che viene incontro all'ascoltatore, lo avvolge, lo fa stare bene, suona bene.
Ma la cosa più semplice è farvelo ascoltare visto che la band gentilmente lo ha messo tutto a disposizione in streaming.
Sicuramente, uno dei dischi più belli di questa annata.
 

Nessun commento:

Posta un commento

[Live Report] Home Festival - Giorno 1 - 31/8

Non è nemmeno, spero, necessario l'abusato discorso che potremmo riassumere in festival/italia/mondo. Ovvero: siamo una rara anom...