Ascolti: Feist - Metals


Domani esce il nuovo disco di Feist.
Da qualche giorno è già disponibile in streaming.
Donare un disco in streaming integrale è ormai pratica comune e significa in massima parte dare il via allo scaricamento del disco in maniera gratuita senza particolare remore.
Di fianco, nel sito, ci sono le date dei tour, che sono, ad oggi, il vero e proprio motore  economico della musica, sempre più spostata, nel suo essere materiale, al vinile o al disco speciale per appassionati.
Resiste, però, la forma album: si pensava ad un ritorno alla frammentazione, ai singoli, agli ep ed invece gli artisti continuano il percorso disco-tour-riposo-disco-tour-riposo come prima.
Così anche Feist.
Che è un'artista strana, per quanto mi riguarda.
La intendo come ormai famosa, per via di alcuni singoli di successo o per la pubblicità di una generazione di Ipod che era praticamente basata sulla sua 1,2,3,4 per il proprio promo.
Però, rimane che non è una cantante pop, intendendola nel senso banale del termine.
Feist non è, per dire, sulla stessa riga della pur apprezzabile Florence And The Machine.
Feist mi pare una che ha beccato quei singoli radiofonici pur senza essere di quel mondo.
C'è tanto jazz, soul, orchestrazioni, alcuni suoi pezzi hanno il sapore del bianco e nero, di una sigaretta rimasta accesa, della libertà che si respira in un grande parco.
Così pure in Metals.
Che, ad un primo ascolto ha rinunciato a quegli stessi pezzi facili.
Non ho trovato una Mushaboom o una 1,2,3,4.
Ma ci sono grandi pezzi, duetti, una produzione eccellente, una certa vicina alla migliore Cat Power, un pò meno solarità del disco precedente, una maggiore voglia di sperimentare nei suoni.
Insomma: Metals è un bellissimo disco per l'autunno che (forse) verrà.
Consigliato.
E in streaming ve lo metto pure io, qui sotto.

Commenti

Post popolari in questo blog

I Cani

[Live Report] Le Luci Della Centrale Elettrica + Colombre @ Ferrara Sotto le Stelle

[Live Report] Radiohead + James Blake + Junun