giovedì 6 ottobre 2011

Ascolti: Dj Shadow - The Less You Know, The Better


Dj Shadow è uno di quei personaggi che mi piacciono.
Le tappe sono spesso simili: anni novanta, sperimentazione musicale, dj, produzione di album e progetti pieni di contaminazioni, progetti collettivi con grossi nomi e spesso non grandissimi risultati ma capaci di tracciare strade sonore importanti e seguire nella maniera migliore qualche anno dopo.
Questa è anche la storia di Dj Shadow, americano classe 72.
The Less You Know, The Better è il quarto album a suo nome (il più importante è Entroducing... datato 1996, sicuramente un album storico) ma non meno importante è il fare parte del progetto U.N.K.L.E. che a mio parere ha fatto grandi cose con gli ultimi due album.
Il disco è di quelli importanti, 18 tracce per un'ora e quindici minuti di musica e suoni in tutte le direzioni: dal rap al rock al trip hop.
C'è tanto di bello e qualche di meno bello, nell'album.
Molto bene ad esempio la già citata tempo fa I Gotta Rokk, progressione rock forse un pò rozza ma dall'indovinatissimo riff, Redeemed (vicina al miglior Moby di Play) e I've Been Trying, bel pezzo pop vicino ai Morcheeba.
Meno bene altre cose, magari ben fatte ma pesantemente "vecchie" nel suono inizio anni novanta o semplicemente poco riuscite (la lunga Def Surround Us).
C'è da dire che i suoni sono sempre molto buoni (ottima la produzione) e che i brani a velocità maggiore sono mediamente più riusciti di quelli lenti.
Ad un modo, chiunque in un album così vasto troverà qualche di buono.
L'unica pecca è che se una volta dj Shadow indicava strade nuove in questo caso si ha la sensazione di una specie di greatest hits.
Ma almeno un ascolto va dato.

Nessun commento:

Posta un commento

[Live Report] Home Festival - Giorno 1 - 31/8

Non è nemmeno, spero, necessario l'abusato discorso che potremmo riassumere in festival/italia/mondo. Ovvero: siamo una rara anom...