lunedì 9 maggio 2011

In arrivo: Death Cab For Cutie

Ognuno di noi ha uno o più artisti che fanno parte del proprio "mondo musicale", ovvero si ritrovano tra gli affini dei propri preferiti o sulle abituali riviste o consigliati dagli amici e che pure ignora.
Per qualche motivo, infatti, c'è sempre quel nome che non ti ispira, come un libro di cui la copertina non ti fa impazzire, come quel film che a pelle non ti fa venire voglia di andare al cinema pur riconoscendone l'interesse generale.
Per quanto mi riguarda, per molto tempo, uno dei miei nomi "ignorati" era proprio quello dei Death Cab For Cutie.
Fosse stato un sapore, ne avevo immaginato i suoni come qualcosa di pastoso, complesso, strumentale e avevo finito per non ascoltare mai niente o quasi.
Poi però mi sono deciso e ho scaricato acquistato Transatlaticism, universalmente considerato il loro album migliore.
E come mi sono pentito del tempo perso: gemme di pop/rock con quel mood tra il solare e il malinconico, colonna sonora ideale di un telefilm sui sentimenti (non a caso vari pezzi sono stati utilizzati poi in televisione) e almeno un paio di pezzi indimenticabili, la traccia che dà il titolo all'album con il suo maestoso crescendo e "A Lack of Color" che ve lò dirò solo io, ma è una chicca perchè sembra raccontare l'alba di un bellissimo giorno con la sua leggerezza.
Insomma, dopo averli rivalutati si è reso necessario puntare l'attenzione sulle future uscite ed eccoci qui a presentare il primo estratto da "Codes And Keys, nei negozi a fine mese.
Il pezzo è You Are A Turist e non pare per nulla male, pur senza regalare vette dell'album di cui avevamo parlato.
Ma ne discuteremo in futuro, per ora godiamoci l'ascolto
DEATH CAB for CUTIE - You Are A Tourist [Album Version] by ATL REC

Nessun commento:

Posta un commento

[Live Report] Dear Reader @ Clandestino, Faenza

Il Clandestino, a Faenza, è un posto strano. Da fuori, pare un bar. Un lungo tavolo, sulla sinistra, ne suggerisce chiaramente l'i...