sabato 30 aprile 2011

Ascolti: Fleet Foxes - Helpness Blues



Ci sono periodi, ondate. 
La musica va a cicli.
Di esordi e di secondi dischi.
Per dire, l'ondata rock dei primi anni 2000 è già sparita (Strokes, Bloc Party, Artic Monekys, Editors, Interpol,Hives, Libertines ecc ecc) e invece ora si stanno muovendo le file dei secondi album di svariati interessanti esordi di due o tre anni fa.
Abbiamo già detto con convinzione dei Pains of Being Pure at Heart, che hanno fatto un disco delizioso.
Parliamo invece ora dei Fleet Foxes.
Quando si spellavano tutti le mani per il loro esordio, avevamo mantenuto un certo riserbo su una formula funzionale per uno o due pezzi, meno su un album, ancora più su una carriera intera.
Anche se una Wihite Wyinter Hymnal faceva emozionare.
Così ci siamo buttati all'ascolto, ben ispirati da un pezzo rilasciato nei mesi precedenti,quel Helpness Blue che dà il titolo all'album (e che è qua sotto in streaming, con la sua pregevolissima seconda parte).
E l'ascolto è soddisfacente: migliori suoni, meno "abbozzi" e più band, una certa freschezza che permette di mettersi in macchina, sotto ai primi soli (quasi) estivi in serenità.
La ricetta rimane quella e gli interrogativi gli stessi: il futuro sarà ancora per loro?.
Nel frattempo ce li godiamo e ci spiace che non sia prevista nessuna data italiana...



Fleet Foxes - Helplessness Blues by subpop

Nessun commento:

Posta un commento

[Live Report] Home Festival - Giorno 1 - 31/8

Non è nemmeno, spero, necessario l'abusato discorso che potremmo riassumere in festival/italia/mondo. Ovvero: siamo una rara anom...