Il Negoziante in Scozia Parte 2

La seconda parte della vacanza è a Glasgow.
Ora, per chiarirla in poche parole, Glasgow è la città in Inghilterra con più concentrazione di live, pub e eventi per abitanti.
Che vuol dire che se in assoluto, ovviamente, sono maggiori quelli a Londra, ci si trova in una città di circa 600mila persone dove nel weekend ci possono essere circa 50-60 live e svariate altre cose.
Spazi spesso piccoli, ottima acustica e ottima vivibilità.
Se vi capita, prendete The List, un equivalente del Timeout londinese, mensile che per circa 3 euro vi dice città per città cosa c'è ogni giorno in termini di commedia, libri, serate club e concerti (rock/pop, jazz, classica) altrimenti in molti locali si trova The Gigs Guide, piccolo opuscolo dove sono divisi per giorno della settimana i vari eventi (riguarda Glasgow sola, però, mentre su The List c'è tutta la Scozia).
Parliamo di locali: quelli visti sono The Arches, Oran Mor, King Tut's Wah Wah Hut, O2 Abc.
Il The Arches è uno splendido posto proprio di fronte a una delle uscite della stazione centrale dei treni (Argyle Street), comprende una zona prevendite/ingresso, una zona relax con grandi divani e wifi, un primo livello sotterraneo con bar/ristorante e una zona live sempre sotteranea divisa su tre ambienti che vengono sfruttati per live/dj set e spettacoli teatrali.
Locali da 200-300 persone ognuno, ottima acustica (tra parentesi altissima, ne parleremo nel report dei live) e poca luce.
Locale splendido e uno dei principali in città.
Diverso è il King Tut's Wah Wah Hut, famoso per essere stato il posto dove sono stati scritturati gli Oasis, è un incantevole piccolo pub con una scala dove ogni gradino corrisponde ad un anno musicale e con incisi i nomi più importanti di quell'anno. Scala che porta ad una zona live da non più di 100 persone, dall'acustica perfetta dove ogni sera per 5-10 sterline suonano nomi piccoli destinati a diventare grandi: sui muri si potevano vedere dalle locandine che tutti i nomi più grandi sono passati qui.
Infine: Oran Mor, una grande ex chiesa che ospita brasserie, pub e zona concerti ed è un altro caposaldo di zona (solo in quella settimana suonavano Emmy the Great, Metronomy e Brother) in realtà posto da 300 persone al massimo.
Ultimo ma non ultimo è l'O2 Abc, dove siamo stati il venerdì alla serata Propaganda, famosa serata indie inglese che ospitata i chiaccheratissimi Vaccines a fare il dj set.
Ora: il posto è bello, la gente tantissima (20-25 anni massimo) un ampio locale che ospita anche concerti grandi (mini palazzetto da 1000-2000persone ad occhio) ma il dj set era un pò imbarazzante, specie nelle ore centrali: Offspring, Blink 182, Franz Ferdinand, Fratellis, insomma solo hit conosciutissime, dj set povero a livello tecnico e quant'altro.

Gente comunque tantissima e felicissima, insomma viene da dire che tutto il mondo è paese e quando faccio dj set con poca gente che balla...insomma, anche in Scozia bisogna passare dai classiconi!
Tutti questi locali sono distanti al massimo 25 minuti a piedi tutti insieme, questo per fare capire la concentrazione di locali, per non parlare dei tantissimi locali karaoke, pub con live nel weekend e il mondo jazz / elettronico sparso per la città!
Per ora pausa, domani si parla dei live visti in questi giorni!

Commenti

Post popolari in questo blog

I Cani

[Live Report] Le Luci Della Centrale Elettrica + Colombre @ Ferrara Sotto le Stelle

[Live Report] Radiohead + James Blake + Junun