sabato 10 settembre 2011

Emmy the Great


Classe 1984, Londinese ma per metà thailandese, Emma Lee Moss è stata una bella scoperta.
Si perchè quando uno va all'estero difficilmente va per un concerto (se non che si parli di festival) ma nel mio caso spesso (vedi alla voce sempre) cerco cosa c'è in quel posto in quel periodo e qualche live in terra straniera non me lo faccio negare.
Così, se alcuni nomi sono conosciuti, altri vanno scelti e di fronte alla probabile impossibilità di vedere i Metronomy (sold out) all'Oran Mor, locale di Glasgow dove sarà tra qualche giorno, si propone questa Emmy the Great.
Il nome non mi è nuovo e decido di optare per l'ascolto.
Ebbene,ottima idea.
Cantautrice giovane e molto personale (nel senso che scrive di sè se stessa e delle proprie esperienze, sempre meglio che i classici temi universali che hanno un pò stancato) Emmy ha fatto uscire due album, First Love (2009) e recentemente Virtue.
Entrambi molto belli: pop solare vicino ad atmosfere folk e jazz, nulla di innovativo, molto di riuscito.
Una bella voce mai fine a sè stessa, ottime melodie e due album che semplicemente passano bene, si ascoltano che è un piacere e che non si può non consigliare.
In attesa del live, un ascolto qui sotto con First Love dal primo album bella e con un finale sorprendente...


06 First Love by Emmy The Great

Nessun commento:

Posta un commento

[Live Report] Home Festival - Giorno 1 - 31/8

Non è nemmeno, spero, necessario l'abusato discorso che potremmo riassumere in festival/italia/mondo. Ovvero: siamo una rara anom...