Sessioni acustiche: Bon Iver


Che ci sia un nome atteso da una grande schiera di persone all'appuntamento live, quello di Bon Iver, è dato di fatto.
Un personaggio che, non mi è ben chiaro come, ma è riuscito a passare dalla fama nel mondo indipendente a quella di un mondo più allargato, quello della massa.
Bon iver, bon iver è infatti stato nelle primissime posizione nelle classifiche dei seguenti paesi: Stati Uniti, Austria, Canada, Danimarca, Irlanda, Inghilterra e non male nemmeno in Olanda.
Non c'è nessuna critica in questo, anzi, al capolavoro del primo album ne è seguito un altro con una manciata di pezzi incredibili, riuscendo a ampliare i propri orizzonti senza perdere niente dei tratti distintivi e della "emozionalità" particolare della sua musica.
Per ora non abbiamo mai avuto la fortuna di vedere lo straordinario artista americano (di cui si parla un gran bene anche live) e ci dobbiamo accontentare.
In questo caso è un bell'accontentarsi, però: una sessione doppio piano, voce e aiuto alla voce (di Sean Carey) con cinque pezzi, tre dall'ultimo album, uno dall'ep Blood Bank e una cover di Bonnie Raitts.
Inutile aggiungere commenti.

Commenti

  1. Speriamo di vederlo live in Italia presto!
    Grazie della dritta per adesso ;)

    RispondiElimina

Posta un commento

Post popolari in questo blog

I Cani

[Live Report] Le Luci Della Centrale Elettrica + Colombre @ Ferrara Sotto le Stelle

[Live Report] Radiohead + James Blake + Junun