martedì 12 luglio 2011

Be Forest, speranze giovani italiane


Tre ventenni pesaresi che flirtano con i Cure e gli Xx.
Punto, passiamo al video?
Ma no dai.
C'è da dire un pò di più.
Perchè se suoni da un annetto e poco più e tutti parlano bene di te un motivo c'è.
Se il tuo primo album, Cold, è entrato in parecchi cuori e se dal vivo anche nomi piuttosto importanti si sono spesi nel segnalare questo trio, vuol dire che c'è sostanza.
Anche perchè non parliamo di un gruppo così accessibile: ritmiche serrate, una batteria vicina ai Joy Division, chitarre shoegaze, una voce alineata e apparentemente distante ma in realtà efficacissima.
Eppure hanno quel qualcosa, molto semplicemente: il senso melodico, la voglia di stupire, il sano vigore dei giovani musicisti che mettono tutto dentro ogni singolo pezzo.
Se ne parlerà.
In streaming il primo video, segnaliamo anche Dust in streaming qui


Florence (lrnc) Be Forest from lorenzo musto on Vimeo.

Nessun commento:

Posta un commento

[Live Report] Home Festival - Giorno 1 - 31/8

Non è nemmeno, spero, necessario l'abusato discorso che potremmo riassumere in festival/italia/mondo. Ovvero: siamo una rara anom...