Ascolti: Comaneci - Uh!


E' da qualche anno che conosco i Comaneci.
Se ben ricordo, spero di farlo, fu in un piccolo festival musicale a cui avevo contribuito qualche anno fa (cinque?). C'era tanta bella gente della scena italiana, Da Bob Corn ai Gazebo Pinguins, eppure eravamo poche decine di persone, in un parchetto di un piccolo paese mai diventato famoso (al contrario di qualche terremotato vicino, vicinissimo e quindi va bene così).
Sono in due, Francesca Amati e Glauco Salvo, vengono dalle parti di Ravenna, così a memoria e si muovono dalle parti del folk, con l'impostazione, quando suonano, di chi ha studiato musica classica e risultato, quando li ascolti, di essere una bellissima cosa.
Lei, poi ha una voce elegantissima, impostata, rinchiusa in una figura minuta e fragile eppure capace di diventare protagonista e che, c'è da scommetterci, fosse straniera sarebbe ampiamente già passata sotto l'attenzione di riviste varie di settore.

Invece con questo quarto (credo) disco, curiosamente chiamato Uh!, rimarranno, probabilmente seguita da quella nicchia di persone che ascoltano buona musica.
Un peccato per Uh! che si fa ascoltare brillantemente lungo dieci brani di variabile durata, dal delicato abbozzo alla lunga e intensa The Green Lizard, per una mezzora abbondante di folk sapiente e delicato, con qualche accenno nervoso, qualche increspatura con gli strumenti a elevarsi.
Ma nel caso di avesse voglia di conoscerli, basta un link e l'ascolto integrale è disponibile.

Commenti

  1. anche io li seguo da un po', diciamo da quando un loro pezzo ha fatto da colonna sonora al film Provincia Meccanica....molto bravi...

    RispondiElimina

Posta un commento

Post popolari in questo blog

I Cani

[Live Report] Le Luci Della Centrale Elettrica + Colombre @ Ferrara Sotto le Stelle

[Live Report] Radiohead + James Blake + Junun