mercoledì 21 agosto 2013

[Ascolti] Emika - Dva


E' un peccato, questo Dva.
Che pure, è vero, giunge in un qualche modo fuori tempo (senza colpe).
Uscendo in estate e uscendo quando ormai la rivoluzione dubstep è stata assorbita da tutti.
Così, il secondo disco della nostra Ema Jolly, inglese (Bristol, non una città a caso) trapiantata a Berlino (non una città a caso) capace nel suo esordio di fondere meravigliosamente il trip-hop dei Massive Attack più oscuri con influenze techno, in un disco sensuale e pieno di ottime idee, così il secondo disco, si diceva, arriva dopo due intensi anni di lavoro tutto (o quasi) personale.
E si vede l'ingenuità della giovinezza, innanzitutto nel minutaggio, quindici tracce.
Emika prova a diventare grande, a cambiare, ad ampliare il proprio spettro sensoriale.
Ci riesce a tratti e ad essere onesti ci riesce quando fa quello che fa meglio: Filters, ad esempio iniziale, ritmata, con un decadente piano a ribattere un basso a tracciare la melodia, è un brano riuscito e fa ben sperare.
Cosa che vale pure per Young Minds, prima traccia dopo uno strano interludio orchestrale con tanto di ospite dalla voce intensa, che ci ricorda tutte le cose belle del primo disco.
Un pò troppo solare, invece Wicked Game (cover del famoso brano di  Chris Isaac) così come semplicemente malriuscita Centuries, alla fine del disco.
Dva è un disco che si snoda con difficoltà traccia dopo traccia, lasciando occasionali lampi (Primary Colours, ballata riuscitissima), lasciando nella orecchie una produzione ruvida quando avvolgente.
Senza però, purtroppo, diventare (nemmeno dopo molti ascolti) molto più di un piacevole ascolto.
Qualche traccia in meno e un diverso approfondimento del percorso musicale avrebbero giovato, ma l'età della nostra è bassa (classe 86) e da queste parti, ci si crede ancora.



Nessun commento:

Posta un commento

[Live Report] Dear Reader @ Clandestino, Faenza

Il Clandestino, a Faenza, è un posto strano. Da fuori, pare un bar. Un lungo tavolo, sulla sinistra, ne suggerisce chiaramente l'i...