mercoledì 8 giugno 2011

Ascolti: Pete And The Pirates - One Thousand Pictures


Qualche mese fa ero a Londra.
C'era un piccolo festival chiamato Hmv Next Big Thing. In pratica per una settimana (abbondante) e in più locali della capitale inglese suonavano tre band al popolare prezzo di 10 sterline.
Nomi nuovi, questo era il leitmotiv. Dai nomi nuovi ma già grossi (Anna Calvi, James Blake) a emeriti sconosciuti.
Una delle sere i nomi sopracitati erano già sold out (anche perchè erano tutti locali da poche centinana di persone) e dunque scelsi il terzo nome a me conosciuto, nel bel The Garage.
E c'erano sul palco, preceduti da due giovanissime e ottime indie rock band, proprio Pete And Pirates.
Ottimo live il loro: solido, divertente, ben suonato.
E ci fu un inedito, Winter 1, già prima traccia in anteprima tempo fa, suonata con tre o quattro alla batteria come i Franz Ferdinand nella loro splendida Outsiders live, un inedito dicevamo da strabuzzarsi gli occhi.
Un ottimo inedito e quindi fu d'obbligo pensare di mantenere gli occhi aperti sull'imminente album.
Dunque cosa ci dicono questi tredici pezzi?
Ci dicono che Winter 1 si conferma uno dei singoli più belli di questi anni inglesi, che la capacità melodica della band si conferma pezzo dopo pezzo, così come il loro suonare "strano"  vicino a volte a quella intuizione dei Clap Your Hands Say Yeah nel risultare quasi stonati e invece non esserlo affatto.
Dunque: rock a media velocità, cori, suggestioni anni sessanta, allo stesso tempo vicinanza con i migliori momenti di questi anni (Franz Ferdinand, Strokes).
Un bell'album, bravi ragazzi, forse solo un pò fuori tempo per godere dei meritati riflettore.
Winter 1 by Pete And The Pirates

Nessun commento:

Posta un commento

[Live Report] Home Festival - Giorno 1 - 31/8

Non è nemmeno, spero, necessario l'abusato discorso che potremmo riassumere in festival/italia/mondo. Ovvero: siamo una rara anom...