domenica 23 febbraio 2014

[Report Live] Moderat @ Alcatraz, Milano

Dall'autunno all'inverno, dai Magazzini Generali all'Alcatraz: un percorso poco lineare che infine porta Moderat, felice unione artistica tra Modelselektor e Apparat, sul palco del locale milanese, dopo un abbondante sold out avvenuto diverse settimane fa.
Chi scrive, è cosa nota, non è amante senza se e senza ma delle ritmiche elettroniche ma il progetto berlinese, con le sue battute spezzate e le abilità melodiche è stato capace di fare breccia e lasciarsi amare per numerosi ascolti negli scorsi mesi.

Introduzione necessaria a spiegare la valutazione così così della serata.
Dove è necessario distinguere tra musica e approccio live: perchè non c'è così tanto di suonato ed emozionale nel live dei tre; le mani sono su portatili e strumentazione a regalare versioni intense quanto fedeli dei pezzi su disco.
Così, pur con gli spesso interessanti visual quasi tridimensionali posti alle spalle della band, ne esce uno spettacolo un pò più freddo del previsto: Moderat non è un progetto che fa ballare, non è in cassa dritta insomma, piuttosto lascia volare l'immaginazione e il trasporto.
Se però non si aggiunge altro (a parte un divertente ed insolito problema tecnico durante un brano) la resa non è troppo dissimile da un ascolto ad alto volume del disco.
Così non sempre si raggiunge empatia e trasporto con gli artisti sul palco.
Un live forse più adatto, insomma, ad un piccolo e stipato club (più che non il freddo capannone che offre Milano) dove lasciare anima e corpo in libero trasporto; mentre in questo caso il pubblico è da live e vuole applaudire, vedere, sentire.

Sia chiaro, quando  i pezzi si sviluppano liberi nelle più felici intuizioni della band (A New Error, Gravity, Milk) si sente ugualmente l'aroma della bella musica e delle belle situazioni.
Ma resta la sensazione di quel qualcosa di incompiuto che pure è l'eterno dilemma nell'associare le parole "live" e musica elettronica.
Promossi, con stretta riserva, insomma.


Nessun commento:

Posta un commento

[Live Report] Home Festival - Giorno 1 - 31/8

Non è nemmeno, spero, necessario l'abusato discorso che potremmo riassumere in festival/italia/mondo. Ovvero: siamo una rara anom...