lunedì 26 gennaio 2015

[Live Report] Stars @ Covo - Bologna


La sensazione è che gli Stars siano un piccolo gioiellino nascosto.
Una nicchia.
Sembra questo a causa di una discografia lunga (7 album e 14 anni di carriera) senza particolari acuti dal punto di vista della macchina dell'hype e un nome scritto piuttosto in basso (o in piccolo) nei cartelloni dei festival.
Potrebbe sembrare anche per (ma non è detto che sia una valutazione corretta) un Covo non stipato come volendo ci si poteva aspettare, di quelle sere dove passa il grande nome in ascesa e la saletta nera del locale bolognese diventa una scatoletta che regge appena il pubblico più che numeroso.
Ma al netto di vendite, post su Internet e numero esatto dei paganti, l'altra sensazione è che tutti quelli che c'erano abbiano passato una gran serata.
Una festa.
Una band piuttosto in forma (No One is Lost è un buonissimo album di delicato indie-pop che si lascia ascoltare con soddisfazione) e una nutrita pattuglia di fan/fanatici ha creato tutti i presupposti per un concerto che si potrebbe riassumere in una parola: felicità.

Risultato non da poco quello di far diffondere sorrisi, balli, battimani e salti lungo un'ora e mezza di concerto.
Così ripercorrendo gioie del passato (comprese Take Me To The Riot e Dead Hearts) e più recenti la conduzione a due di Torquil Campbell e Amy Millan ha lanciato nell'aria il meglio di una ricetta che fa di immediatezza e intensità i suoi ingredienti base.
E fan(anatici) o no, impossibile tornare a casa senza pensare di avere visto uno dei primi concerti veramente belli di questa annata.
Una nicchia, insomma, in cui si è stati molto bene.

Nessun commento:

Posta un commento

[Live Report] Home Festival - Giorno 1 - 31/8

Non è nemmeno, spero, necessario l'abusato discorso che potremmo riassumere in festival/italia/mondo. Ovvero: siamo una rara anom...